Confort zone a tinte gialle

Indossare i colori della primavera, per sentirne le sfumature e viverne gli slanci di rinascita. Una gonna leggera (Missoni), con quel magico fruscio che esplode ad ogni passo. Scarpe da tennis rosse (ATLANTIC STARS), come la passione e la determinazione e, in alternativa per chi non volesse rinunciare a una nota ultrachic e bon-ton le sling back shoes (O Jour)cadono a pennello. La borsa (Prada) è un capriccio che guarda dritto all’estate in arrivo, mentre la t-shirt Ganni è, insieme al giubbino jeans firmato Off withe, con tanto di strappi e “pannello-murales” sulla schiena, la chiave ironica dell’outfit, un inno al giallo che strizza l’occhio alla copertina dell’album disegnata da Andy Warhol per Velvet Underground & Nico in quel meraviglioso nel 1967.

M.M.

Rapture rose e Cherry tomato….
Ed è già primavera

Ricomincia il tran tran quotidiano, nel primo lunedì di primavera la rinascita della natura si coordina con quella dello spirito. Messo un punto alla parola inverno, la rinascita riparte dal guardaroba, dalla leggerezza dei tessuti, dalla luminosità dei colori. Via libera alla fantasia e all’esplorazione di contrasti inediti, di tonalità originali e, perché no, azzardate.

Sperimentare è il primo passo in ogni processo di rinascita. Alla palette classica che include il blu navy, grigio chiaro, sabbia e bianco latte si aggiungono quest’anno, secondo il Fashion Color Trend Report di Pantone: il romantico rosa lavanda, il super energetico Palace Blu, il romantico Ash rose e il sofisticato Blooming Dahlia, il magico e ingenuo Ultra Violet, il calmo e fresco Nile Green, il tempestoso e passionale Cherry tomato, il luminosissimo giallo Meadowlark, l’idillico Rapture Rose e, infine, l’acuto e ipervitaminico Lime Punch. Emerge un caleidoscopio di sfumature impregnate di ottimismo, fiducia e indipendenza. Sono tonalità atipiche che si incontrano e mescolano con quelle più “classiche” stimolando abbinamenti complessi e assolutamente personali, senza alcuna restrizione, e che rimarcano ulteriormente la libertà di esplorazione ed espressione personale nella moda.

M.M.

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

La primavera in arrivo già scintilla

Bagliori d’argento, oro, azzurro e verde. Una scintillante pioggia di paillettes anticipa l’aria di primavera. Eh sì primavera. Archiviata l’epoca della luccichio solo serale e festaiolo, piccoli cerchietti riflettenti rendono abiti, gonne e maglie capricciose ed eccentriche. E se la luce tenue delle giornate invernali adesso gioca con audacia sugli abiti desiderosi di correre verso maggio e giugno, durante la bella stagione il luccichio esploderà in un divertito e divertente eccesso. Senza mezze misure, e senza paura, ci divertiremo a sfoggiare paillettes sin dalle prime ore del mattino, in ufficio come a un aperitivo, combinandole, perché no, con colori pastello e lampi di toni saturi, dal verde menta all’azzurro persiana, dal rosa confetto al gialla canarino. Pronte a perdersi in un bosco di David Hockney, l’artista britannico, recentemente protagonista nelle sale del documentario targato Nexo digital. La primavera in arrivo tesserà un racconto di fiori e giardini, vibranti nei toni, irrequieti nelle atmosfere e con iridescenze da disco anni ’90.

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Sfumature di grigio, tra bianco e cashemere

Chi ha detto che il grigio è triste? Associato a sensazioni di monotonia e introversione, il grigio nelle tonalità più chiare, quello in cui la luce del bianco esplode silenziosamente, è una nuance che accompagna momenti di introversione, raccoglimento di pensieri ed energie prima dell’azione. Accompagnare il fluire dei propri pensieri con animo poetico ma anche spiccatamente sportivo. Ed ecco il look del fine settimana: un maglione avvolgente arricchito da ruches iper-femminili, la gonna di pelle a pieghe che risalta il punto vita, una calda e confortevole pelliccia color ghiaccio, un paio di occhiali da sole rosa e un paio di orecchini dal colore vivace per sdrammatizzare l’outfit e mantenere giocoso il tono generale. Chiude l’outfit la bisaccia Marcie cashmere grey firmata Chloé.

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Il lato mannish della moda donna

Pizzi e trasparenze per abiti iper femminili, ma fra lustrini e paillettes non manca nella moda il lato mannish, non solo per il tailleur pantalone in senso stretto, ma anche per nuove forme di “spezzato” . Giacca&pantalone, insieme “genderless” per eccellenza, pur non scatenando il clamore che nel ’66 accompagnò la presentazione dei tailleur da donna in stile “smoking” creati da Yves Saint Laurent, anche in queste nuove stagioni della moda si giostra fra dettagli del tutto eccentrici, spiccatamente sportivi o preziosi. La giacca sottolinea le spalle, cade bene sui fianchi. La camicia sfoggia fiocchi e ruches, è bianca ma anche cipria, azzurra, verde. Di seta è un intramontabile classico. Il blazer è illuminato da patch e ricami, argentei e multicolore, oppure è di un’eleganza essenziale. Giacche decostruite, dalle lunghezze maxi e dal sapore sportivo sono il vezzo di una giornata volutamente anarchica, che, ancora una volta, sa mescolare sapiente mente maschile e femminile, aggiungendo pantaloni loose fit, camicie maxi o t-shirt. Nero e blu restano sovrani, ma molti i principi al loro fianco, dal rosso al rosa, passando per l’arancione e il verde. Adorate linee maschili rievocate da pantaloni a sigaretta, capovolte da quelli ampi, tagliati sulla caviglia e contrastate da silhouette che segnano il punto vita rileggendo la classicità in chiave decisamente urban, magnificamente street!

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

1, 3, 3… Restart!

Su una mappa la punta di una penna segna un punto di partenza.
Si ricomincia, ufficialmente e ufficiosamente. Si rinnova la lista di buoni propositi e la voglia di mettere a segno gli obiettivi a lungo puntati.
Un paio di lenti blu aiuta a concentrarsi, un outfit confortevole e a tratti stravagante stimola passi sicuri, fantasiosi e decisi sulla strada tracciata dalle rinnovate intenzioni.

M.M.

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Happy holidays

 

 

Voglia di fiabe, camini e biscotti zenzero&cannella. Tornare bambini, anche solo per un giorno. Il rosso la fa da padrone, ma un tocco di rosa rende tutto più romantico. Gioielli giocattolo, fantasie geometriche e simil natalizie per l’abitino o maglioni dichiaratamente “festaioli” abbinati a una gonna con pattern che strizzano l’occhio alla Norvegia, e poi una scarpa sexy. Il gioco è fatto. Iniziano le danze!

M.M.

 

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

La Festa prima delle feste – Party before the Party

Una femminilità contemporanea vestita di rosso sin dalle prime ore del mattino. Non solo un abito da sera o un top in pizzo confinato alla notte di Capodanno. Rosso diviene sinonimo di tailleur dalle linee morbide da Jil Sander, di tuta da Marc Jacobs, di pantalone di velluto o di pelle (Y/Project) o di un avvolgente cappotto. Dalle testa alle scarpe, dall’ufficio al teatro, il rosso vibra e dà luce all’outfit. Una carica passionale e positiva che sprona energie dal
sapore tutto contemporaneo.

Consapevolezza, ironia, determinazione e tempra sono le qualità evocate dal colore più seducente che sulle passerella della visionaria Vivetta ha trovato un’interpretazione tutta nuova e incredibilmente incantata e incantevole. Il rosso si accosta col rosso (anche di un altro tono), col rosa, col fucsia, col verde, si mescola si intreccia e resta chiaramente, sempre, protagonista.

M.M.

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Simple, perfect… comfortable

Rigore e animo rock. Il cardigan firmato Balmain di misto lana, lavorato a maglia grossa, con bottoni dorati, come fosse un’uniforme, ma sfrangiato; pantaloni di pelle e camicia bianca con ruches frizzanti. Una pelliccia ghiaccio da cui lasciarsi avvolgere. Una borsa che non passa certo inosservata e delle décolleté che sono la chiave di volta all’outfit. Un’insieme che racconta di una femminilità forte, essenziale e al contempo sexy. Un outfit rigoroso, essenziale e “selvatico” che attraversa il tran tran quotidiano scivolando fino al calice di vino che ci si gode a fine serata nel locale preferito.

M.M.

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Settimana in blu… notte e navy

Il colore della notte, il colore delle divise utilizzate dalla Marina Militare Britannica dal 1748 e poi via in tutto il mondo. Fonte di ispirazione per la lungimirante, mistica e vigorosa collezione invernale presentata da Maria Grazia Chiuri per Dior, il blu è il tono della calma, della distensione, ma anche del rigore e della concentrazione. Fissare i propri obiettivi, raccogliere le energie intorno a mete precise. Un colore vibrante, quello delle “uniformi” e del workwear, rimarca la Chiuri. Una settimana in blu è una settimana di concentrazione, che stimola a rispolverare un’armonia forse mai avuta, probabilmente utopica o magari, invece, vicinissima. Un punto di partenza, lo spirito ilare farà da contraltare al distinto equilibrio del blu, “giocando” con accessori pop e adorabili borse spaziali, floreale-pop e rigorosamente multicolore.

M. M.