Barbara Bonner pregiato nomadismo

fashion-tales-eb_barbara-bonner-3

In tempi di citazionismi, retoriche ed eccessi la collezione di Barbara Bonner emerge per l’estrosa sobrietà. Borse e ora un intero guardaroba pensati per donne reali, madri, professioniste, mogli, compagne, semplicemente donne, sempre in cerca di emozioni, sfide da affrontare e nuovi orizzonti da superare con consapevolezza e voglia di amarsi e scoprirsi più belle. Sensuali, ma senza essere aggressive, indipendenti e risolute, ma sempre disinvolte.

A introdurre BB nell’impero della moda sono state le sue borse, che non sono mai un semplice accessorio. Frange lunghe, che si aprono come un ventaglio e poi addosso scivolano lungo i fianchi, accompagnando i passi come un gioioso fruscio, catene e borchie-gioiello, fibbie e dettagli originali scandiscono le linee di bag dinamiche, pregiate e audacemente comode. Comodità, dimensione così spesso osteggiata dagli artigiani del bello. Praticità e lussuosa frivolezza, determinazione e spirito libero. Simbolo di stile ma sempre e prima di tutto qualcosa da usare. L’eleganza diventa veramente un modo di vivere e il rigore un modo per dare voce all’indomabilità, perché le borse sono al contempo simbolo di uno stile e qualcosa che ha una destinazione prosaica. Qui l’apparenza è un linguaggio della sostanza non è mera retorica. L’attitudine è bohémien, l’allure è glam. Le sue borse non hanno bisogno di un logo per farsi riconoscere e non hanno bisogno di uno show per attirare il desiderio, sono curate fin nel più minuzioso dettaglio e sono eccentriche: dall’iconica Lilith, la borsa con frange gipsy chic, fino alla Joe Le Taxi Bag, la clutch ricoperta di piume impalpabili e vaporose, essenzialmente impeccabile. Sono creazioni che hanno carattere.


fashion-tales-eb_barbara-bonner-1

La storia di Barbara Bonner nella moda è una parabola di determinazione, è la storia di un sogno che si realizza, e non per caso, ma per una scelta precisa. Racconta prove affrontate con caparbietà, profuma di maniche rimboccate e si snoda lungo singolari percorsi intrapresi con volontà, per tradurre l’inesauribile curiosità in creazioni inedite. La prima volta che l’ho vista eravamo entrambe in viaggio, entrambe all’inizio di una nuova avventura, pronte ad assumerci il rischio di provare. Nel suo futuro c’era la moda, ma il futuro era ancora da scrivere. Non ricordo cosa indossasse, ma non dimentico che bastava solo guardarla per capire che il suo stile aveva personalità. Che la moda era una lingua con cui comunicare, che la bellezza era la sua attitudine. Veronese di nascita, londinese d’adozione, con una nonna acrobata circense e un nonno tagliatore di diamanti, Barbara è uno spirito nomade, di quelli che non hanno paura di perdersi nei luoghi del mondo per ritrovarsi, poi sempre a casa. Creare moda, in fondo, è un modo per essere un po’ da tutte le parti, addosso alle donne, tra le strade, negli uffici, tra bambini, scadenze e manager.

 

Photo courtesy: barbara-bonner.com
Photo courtesy: barbara-bonner.com

Le sue borse, concepite a Londra e prodotte in Italia (da artigiani toscani), l’hanno portata in svariate città e quest’anno ha finalmente realizzato il sogno di una collezione completa, per la primavera estate 2016. La seconda è quella di quest’autunno inverno: “Somewhere”, da qualche parte, ma oltre i limiti del predefinito. L’audace entusiasmo con cui BB affronta le sfide si traduce in linee fluide, dei pantaloni, delle giacche, delle camicie. L’essenziale rilassatezza delle forme, la palette dei colori calda, i dettagli e i motivi accattivanti su capi e borse sono il segno di una rivoluzione elegante. Le suggestioni sono precise, hanno i ritmi del rock, il calore dell’Africa e disegni paisley, e giustapponendosi rompono le regole affermando la libertà dello spirito. L’estetica è definita mentre la schiettezza apre le porte a una nuova stagione del lusso, orgogliosamente made in Italy.

M. M.  

barbara-bonner_3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code