Il lato mannish della moda donna

Pizzi e trasparenze per abiti iper femminili, ma fra lustrini e paillettes non manca nella moda il lato mannish, non solo per il tailleur pantalone in senso stretto, ma anche per nuove forme di “spezzato” . Giacca&pantalone, insieme “genderless” per eccellenza, pur non scatenando il clamore che nel ’66 accompagnò la presentazione dei tailleur da donna in stile “smoking” creati da Yves Saint Laurent, anche in queste nuove stagioni della moda si giostra fra dettagli del tutto eccentrici, spiccatamente sportivi o preziosi. La giacca sottolinea le spalle, cade bene sui fianchi. La camicia sfoggia fiocchi e ruches, è bianca ma anche cipria, azzurra, verde. Di seta è un intramontabile classico. Il blazer è illuminato da patch e ricami, argentei e multicolore, oppure è di un’eleganza essenziale. Giacche decostruite, dalle lunghezze maxi e dal sapore sportivo sono il vezzo di una giornata volutamente anarchica, che, ancora una volta, sa mescolare sapiente mente maschile e femminile, aggiungendo pantaloni loose fit, camicie maxi o t-shirt. Nero e blu restano sovrani, ma molti i principi al loro fianco, dal rosso al rosa, passando per l’arancione e il verde. Adorate linee maschili rievocate da pantaloni a sigaretta, capovolte da quelli ampi, tagliati sulla caviglia e contrastate da silhouette che segnano il punto vita rileggendo la classicità in chiave decisamente urban, magnificamente street!

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code